In Italia ci sono 35mila Charlie, ma solo il 15% accede a cure palliative specifiche

Leggi su VITA l'articolo di Sara De Carli, sempre molto attenta alle nostre problematiche, che intervista Luca Manfredini,  referente per la terapia del dolore e le cure palliative pediatriche dell’Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova.

L'articolo non vuole essere uno dei mille sul piccolo Charlie Gard, non vuole giudicare la scelta che i sanitari e la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo hanno fatto ma vuole «...ricordare, ancora una volta, che anche quando c’è una malattia inguaribile, anche quando la prospettiva di vita si fa breve, la vita può essere vissuta al meglio...»

Leggi tutto

 

Ricordiamo che nel nostro paese ci sono pochissimi hospice pediatrici, anche se le cose cominciano a cambiare. Alcuni non sono veri e propri hopice ma punti di riferimento e camere dedicate in strutture ospedaliere:

Sono in costruzione due hospice bellissimi e molto grandi (3/4 anni di lavori):

 

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It

Powered by Opengraph S. e T. - Note Legali - Ultimo aggiornamento 02 dicembre 2017